11 settembre 2005

September 11th.


Today, as four years ago, we remember September 11th.
My prayers and thoughts go out to all the innocent victims of the worst terroristic attack in history.
But today America is facing the tragedy of hurricane Katrina deadly effects, so I keep asking to help the people in sorrow by donating your money and your prayers which are both precious and welcome.
I will never forget what happened on September 11th.
I still get down and cry as I see again the terrible shots of that day. That day my life had stopped, I felt deadly wounded deep down, because what I loved best was under deadly attack. Then I heard President Bush.His words gave me a new power.
As the President was standing right on Ground Zero talking among the firemen and the ruins of the World Trade Center, I started screaming out: "U S A !! U S A !!".
The power of Freedom was speaking through those voices.And together with the firemen, the heroes of September11th,I started to look forward, again.
But to the terrorists I clearly remember the President saying: "They will hear from us!". And now we can say: "They have heard from us!".The war on terror goes on, but today I stop and I cry for those we lost. Because I will never forget.
God bless America.

Here below a little sum up to help the italian friends to remember that horrible day with the President's words.

"Oggi il nostro stile di vita, la nostra più profonda libertà sono stati attaccati da una serie di deliberati e mortali atti terroristici". George W. Bush torna davanti agli americani, dopo il primo commento a caldo rilasciato subito dopo aver appreso del primo attacco alla Twin Tower. Il presidente americano, che per motivi di sicurezza ha trascorso le ore cruciali dell'attacco terroristico a bordo dell'Air Force One, appare ancora scosso. Il discorso è asciutto, diretto. Parla agli americani, ai suoi cittadini, andando dritto al cuore di una nazione sconvolta dall'assurda morte di decine di migliaia di innocenti e dal crollo dei suoi valori fondamentali. "Le vittime erano sugli aerei e nei loro uffici: segretarie, uomini e donne d'affari, militari e impiegati federali. Mamme e papà. Amici e vicini di casa. Migliaia di vite sono state improvvisamente interrotte dal malvagi, deprecabili atti di terrore", dice subito Bush, intepretando in pieno i sentimenti di una popolazione unita dal dolore. Questi i passi fondamentali del discorso del presidente George W. Bush alla nazione: "L'immagine degli aeroplani che volano contro edifici, delle fiamme che bruciano, delle enormi strutture ci hanno riempito di incredulità, terribile tristezza e una inesprimibile rabbia. Questi atti di omicidio di massa hanno lo scopo di gettare la nostra nazione nel caos e nella resa. Ma si sono sbagliati. Il nostro Paese è forte". "Gli attacchi terroristici possono scuotere le fondamenta dei più grandi edifici, ma non riusciranno a scalfire le fondamenta dell'America. Questi atti hanno frantumato l'acciaio, ma non potranno intaccare i nostri valori. L'America è stata il bersaglio dell'attacco perché rappresenta il più brillante fuoco della libertà e delle opportunità. Nessuno riuscirà a spegnere questa fiamma". "Oggi la nostra nazione ha visto il male, quello che di peggio può esistere nella natura umana, ma noi abbiamo risposto con il meglio che l'America può offrire: con il coraggio dei lavoratori e della gente comune andati in soccorso degli estranei e dei vicini di casa". "Immediatamente dopo il primo attacco, ho implementato il nostro piano di emergenza governativo. Il nostro apparato militare è potente ed è preparato. I nostri team d'emergenza stanno lavorando a New York e a Washington per aiutare le squadre di salvataggio locali nel loro sforzo. La nostra prima priorità è di aiutare che è rimasto ferito e di prendere precauzioni per proteggere i nostri cittadini, a casa e nel mondo, da ulteriori attacchi". "Le funzioni del nostro governo continueranno senza interruzione. Le Agenzie federali a Washington, che sono state evacuate, riapriranno con il personale essenziale e lavoreranno a tempo pieno domani. Le nostre istituzioni finanziarie rimangono forti., e l'economia americana rimarrà aperta al commercio". "Sono in corso le ricerche per trovare chi è dietro a questi atti malvagi. Ho indirizzato tutte le risorse preposte affinché i responsabili vengano trovati e portati davanti alla giustizia. Non faremo distinzioni tra terroristi che hanno commesso questi atti criminali e quelli che danno loro rifugio. L'America, con i suoi amici e i suoi alleati, si stringerà con chi cerca la pace e la sicurezza nel mondo. Rimarremo uniti per vincere la nostra guerra al terrorismo". "Chiedo le vostre preghiere per tutti quelli che soffrono, per i bambini il cui mondo è stato frantumato, per tutti quelli che sentono minacciate le proprie sicurezze. Nessuno di noi potrà mai dimenticare questo giorno, ma andremo avanti per difendere la libertà e tutto ciò che è buono e giusto nel nostro mondo".




We will never forget.
God bless America.

5 Comments:

Blogger Cathy said...

Well said. Thank you and we will never forget.

2:59 PM

 
Blogger Robinik said...

I will never forget.
We will never forget.
God Bless America.

8:15 PM

 
Blogger NYgirl said...

Well said indeed. Your post brought tears to my eyes. Thank you for standing with us & not forgetting.

These people are against all us Dhimmis.

2:28 AM

 
Blogger GeorgeWalker said...

I thank you all very much and appreciate your nice comments.
Any given day I thank God America does exist, either in good or bad times.To those bloody antiamericans and religious wackoes say this:"No America,no Freedom!"
Thanks again.
May God watch over the United States of America.

1:11 PM

 
Blogger St Louis Cardinals BUFF said...

Reserve now your Uffizi Tickets bagarini

11:35 PM

 

Posta un commento

<< Home