28 giugno 2006

Aderite gente, aderite!

Visto che di cambiare l'Italia non ne vuole proprio sapere, chissà che questa trovata possa risolvere molti problemi passando "per un'altra via".
Radicons propone di fare domanda di adesione agli Stati Uniti d'America raccogliendo le firme degli italiani, visto che a quanto pare siamo solo capaci di fare firme a destra e a manca, ma quando c'è da mettere un si o un no ci si stringono sempre le chiappe. Magari ci va bene.
La proposta, alla quale consiglio di aderire assolutamente, è QUI e ci mancano solo 29 milioni di firme. E’ un gioco da ragazzi.
Robinik ha già aderito e rilanciato. Ed ecco una proposta alternativa.
Personalmente è una fantasia che mi torna periodicamente in mente ed è alimentata ogni volta che con una mia amica siciliana si parla dell'occasione perduta nel dopoguerra quando la regione Sicilia avrebbe realisticamente potuto essere annessa agli Stati Uniti, poi tutto sfumò, ma le mani i siciliani se le mordono ancora oggi, credetemi. E come dargli torto.
Certamente, se non è possibile annettere il Belpaese come ufficiale Cinquantunesimo Stato dell'Unione, basterebbe anche solo vedersi riconosciuto lo status di territorio d'Oltremare, nè più nè meno che come le Samoa Americane, il che consentirebbe tutte le prerogative dei cittadini statunitensi e anche una rappresentanza politica al Congresso.
Altrimenti c'è la concreta possibilità di una libera associazione agli Stati Uniti come nel caso di Puerto Rico.
Se la proposta vi farà sorridere, pazienza, sarà sempre meglio delle lacrime provocate dalla visione della situazione politica ed economica del nostro paese.
Aderite numerosi, cari i miei futuri cittadini americani:)

10 Comments:

Anonymous Anonimo said...

ho una proposta ancora migliore, che dovrebbe rendere felicissimi sia noi che voi.

Visto che vi fa tanto schifo quest'italia che ha DEMOCRATICAMENTE scelto in maniera diversa da quella da voi tanto apprezzata e visto che vi piace tanto l'America perchè non vi trasferite in blocco da quelle parti, magari, se possibile, portandovi anche il vostro amato berluscazz e leghisti vari (ah no quelli se ne vanno in svizzera, ho già sentito felicitazioni in proposito da parte degli svizzeroni!). Fareste un grandissimo piacere a gran parte degli italiani!

2:22 PM

 
Blogger Robinik said...

Questa proposta mi entusiasma!!!

p.s. Caro anonimo... non ci fa schifo... la amiamo talmente tanto che vogliamo dargli il meglio.
Poi sia chiaro che se qualche azienda USA mi offrisse uno straccio di lavoro toglierei il disturbo al volo ;)

2:37 PM

 
Anonymous Anonimo said...

Si ,a te!
Ma chi te pija!
Fai come i messicani, scavalca il muro e good luck, se hai culo magari qualche riservista non ti pianta una pallottola nella schiena.
Tu vò fa l'americano.....

Franz

3:22 PM

 
Blogger GeorgeWalker said...

Rob hai ragione è una proposta esaltante.

Anonimi,troppo buoni:)

4:38 PM

 
Blogger Robinik said...

lol

Io non voglio farlo... io lo sono :D

P.S. Posso anche scavalcare il confine ma il mio rispetto della proprietà privata mi impedisce di attuare l'esproprio proletario o l'okkupazione di abitazioni.
Ho il bruttissimo vizio di volermi guadagnare il cibo (e molto altro) quotidiano(/i).

Attendo quindi un lavoro... o l'annessione dell'Italia :D

4:48 PM

 
Blogger GeorgeWalker said...

Rob,lassa perde i comici che vengon qui a sfogarsi.
Piuttosto,pensiamo a come fare una cosa carina su questa iniziativa.
A quanto pare ci sono molti entusiasti al solo sentirne parlare.
Ciao:)

4:54 PM

 
Blogger liberaliperisraele said...

Dove si firma? Mi prenoto :)

11:04 PM

 
Blogger GeorgeWalker said...

fai un fischio a Robinik o Radicons,la voce sta girando e pian piano siamo già un bel po'!
Ciao:)

11:42 PM

 
Anonymous L'ALTRA ROSSA said...

Un giretto in America allora me lo faccio anch'io(e prima o poi nella TORNADO ALLEY CI VADO).
Magari mi porto dietro anche uno dei simpaticoni...così c'è qualche probabilità che lo prenda il vento.

10:54 AM

 
Blogger sadness said...

Hi...è un'idea bellissima...ho già tolto il cappuccio alla stilografica, dove si firma? Magari gli americani uno straccio di lavoro ce lo darebbero, non come in Italia, sapete che mi capita? Il mio capo mercoledì mi ha fatto pesanti avances, al mio dinego, giovedì alle 12 mi dice che il nostro contratto è stralciato...che non sono più gradita in ufficio. Dunque...vado ai sindacati (di sx) e mi dicono: " L'ITALIA E' ANCHE QUESTO, LASCIA PERDERE, CERCA UN'ALTRO LAVORO"...sigh...in America il porco sarebbe appeso per le palle!!!
PS= una soluzione ci sarebbe dicono i sindacalisti (quelli che mi dovrebbero tutelare in quanto lavoratrice) Andare da un'avvocato privatamente e denunciarlo!! Peccato che non ho i soldi per farlo ora che sono disoccupata!!!!

3:01 PM

 

Posta un commento

<< Home