21 giugno 2006

Ma come?

Dopo aver letto oggi che in tutto il mondo i ricchi sono cresciuti a un tasso sostenuto mentre solo in Italia la crescita è stata molto ridotta, viene proprio spontaneo chiedersi come mai?
Cosa è cambiato da quando Prodi in campagna elettorale sosteneva ovunque che, cito testualmente, "durante questi 5 anni di governo Berlusconi i ricchi sono diventati più ricchi e i poveri più poveri"?
Noi che ci fidavamo cosi tanto del Professore non sappiamo proprio spiegarlo, o forse si.
Era una bugia quella di Prodi, o sono falsi i dati sull'articolo del Corriere (giornale notoriamente indipendente che non si è schierato alle scorse elezioni politiche: ah no, scusate, pernsavo fosse un altro:) ?
Beh, a guardare le prime settimane di vita del nuovo governo la risposta ci pare ovvia: Prodi è un bugiardo, e fin qui, tutto ampiamente nella norma.
Dopo aver assistito, dal tramonto del fatidico 10 Aprile, all'improvvisa e magica crescita economica italiana, all'incremento della produzione industriale, alla disoccupazione diminuita e all'aumentato gettito fiscale non appena il paese ha sentito spirare il vento del nuovo governo, abbiamo capito come le bugie abbiano le gambe corte.
Il governo Prodi ci ha già stupito per la dimostrazione della sua positiva discontinuità con la nomina del più vasto esecutivo che la storia repubblicana di questo paese abbia mai conosciuto, la ormai celebre carica dei 102, e non dubitiamo che questa sia solo un'altra delle novità che il nuovo governo ha in serbo per noi cittadini. Siamo sicuri che, già a partire da luglio col dpef, Prodi e i centoedue ci regaleranno un'altro segno di discontinuità col passato governo Berlusconi, un segno verosimilmente meno, visto che a parte un po di numeri ogni volta differenti, il minimo comun denominatore della coalizione di centrosinistra è stato finora quella parola di 5 lettere a noi tanto cara. Tasse.
I famosi primi 100 giorni di governo, solitamente etichettati come luna di miele, ci stanno dimostrando come il governo Prodi sia davvero diverso e serio come promesso, e non sappiamo spiegarlo meglio di quanto ha fatto Daw in questo contributo video straordinario.
Che dire..."E' proprio una bella differenza"!

1 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

9:30 AM

 

Posta un commento

<< Home