02 settembre 2006

Ultime dal Belpaese

Un Romano al peperoncino punzecchia Prodi e il suo entusiasmo europeista a intermittenza, adesso somiglia un po' di più a SB.
Intanto sentiamo un Ratzinger davvero a tuttotondo, da Hitler a S. Francesco, da Marx agli ambientalisti, al Papa gli fanno tutti un baffo.
Infine, il nuovo e anelato da Prodi asse costituito tra Roma e Parigi ( le parole di DeVillepin sarebbero state inpensabili fino a pochi mesi fa), rischia di essersi formato un po' troppo tardi. Le mosse di D'Alema in medio oriente sembrano sicuramente più efficaci di una alleanza che potrebbe presto esaurirsi con la probabile ascesa all'Eliseo di Sarkozy assieme al suo proverbiale atlantismo, lo scetticismo è mio. Ma la storia si muove, stiamo a vedere.