23 aprile 2007

Complimenti sinceri all'Inter da uno juventino arrabbiato solo con Moggi

Poche parole per fare i miei sinceri complimenti all'Inter Campione d'Italia per la 15° volta dopo un Campionato dominato sul campo e sul campo soltanto.
Chi scrive è tifoso della Juventus fin da piccolo, ma uno di quei tifosi, lo possiamo dire con un pizzico di vanto visto gli individui che girano di questi tempi, col cervello, che non perde tempo a rivangare passati poco chiari e a negare l'evidenza di colpe gravi e avvilenti dalla passata dirigenza bianconera.
Il vero tifoso juventino è quello che è triste di vedere la squadra in serie B per colpa di due individui loschi che hanno giocato sporco per tanti anni infangando l'immagine della Juventus in modo irreparabile, il vero tifoso juventino è Boniperti che capisce le colpe del passato e per questo accetta con dignità le giuste punizioni inflitte, forse anche troppo blande, e invita a smetterla di pensare al passato e invece di concentrarsi sul futuro assieme a una nuova dirigenza di persone davvero perbene che hanno raccolto l'amara eredità di quei loschi individui giustamente cacciati l'estate scorsa.
La maggior parte dei tifosi bianconeri è arrabbiata con tutte le altre squadre, con le altre penalizzate perchè sarebbero dovute andare in serie B anche loro e con l'Inter perchè sarebbe la fantomatica artefice di complotti quantomai assurdi contro le rivali e perchè non avrebbe dovuto accettare scudetti non guadagnati sul campo.
Il punto è che secondo me questi non sono tifosi juventini, sono semplicemente nostalgici di Moggi e Giraudo e dei loro metodi mafiosi, solo perchè con loro la squadra ha vinto molto.
Purtroppo il modo in cui questi individui hanno operato si è dimostrato criminoso e corrotto e a questi individui i veri tifosi juventini, pochi e silenziosi come me, danno la somma colpa della situazione attuale della Juventus.
La speranza è che la maggioranza dei tifosi juventini pensino d'ora in poi alla propria squadra sul campo che fatica e si sforza di tenere alto il nome dela Juventus, invece di persistere nel rivangare il passato in modo tanto testardo quanto stupido dando le colpe a chi colpe non ne ha, come l'Inter, che giustamente si vanta dei propri successi vinti in modo finalmente scevro di ogni ombra.
Il vero tifoso juventino è sportivo, civile ed educato, ma soprattutto rispettoso delle regole e leale con gli avversari, ed è per questo che il peggior nemico di chi scrive è proprio la passata dirigenza che dimentichiamo con piacere e che preferiremmo non vedere più in televisione facendo indegnamente finta di sostenere la nuova Juventus, perchè loro con la Juventus non c'entrano più nulla e loro, proprio loro, sono i suoi peggiori nemici da cui stare il più lontano possibile.
La mia Juventus è quella di oggi, con dirigenti presentabili, onesti e sportivi, insomma, con dirigenti degni di servire la Vecchia Signora.
Perciò ancora complimenti all'Inter per quello che ha fatto quest'anno da un tifoso juventino forse non ordinario e sicuramente non omologato alla massa non pensante della maggioranza, ma sicuramente un tifoso che è stufo di sentire parlare di indagini e intercettazioni, e che vuole tornare a guardare al calcio giocato sul campo e non fuori, con spensieratezza ed emozioni sincere e sportive, vincendo o perdendo come nello sport e nella vita, ma sempre sul campo di gioco per novanta minuti con undici giocatori soltanto in maglia bianco e nera, cosi soltanto.
Forza Juve.