16 aprile 2007

No, niente Italia 2012 per favore

Tornati dalle vacanze pasquali speriamo che i lettori abbiano trascorso dei bei momenti. Riprendiamo con un post dedicato alle prossime designazioni per gli Europei di calcio del 2012 che si decideranno il prossimo mercoledi a Cardiff in Galles.
Chi scrive ritiene che per il bene dell'Italia è auspicabile che l'Uefa non assegni all'Italia l'organizzazione del torneo, per dei motivi semplici ed ovvi. In primis riteniamo che dopo gli scandali di corruzione nel calcio dell'estate scorsa il mondo sportivo italiano abbia ancora tanta strada da percorrere per mondarsi dalle sue enormi colpe, in secundis perchè le ancor più recenti tragiche vicende di violenza e inciviltà nel e attorno al mondo del calcio rendono impresentabile e pericolosa una vetrina europea nel nostro paese.
Ultimo, ma non per importanza, è il fatto che un'eventuale assegnazione all'Italia provocherebbe l'ennesimo pasticcio all'italiana circa la faccenda dei nuovi stadi, e di tutto il nostro paese ha bisogno tranne che di un'altra Italia '90 con la speculazione e la corruzione che ancora ci portiamo sul fardello da allora.
Questi tre essenziali ragioni ci spingono a sperare nella non assegnazione all'Italia degli Europei di calcio, e il fatto che il neo-presidente eletto della FIGC sia Abete, l'ex di Carraro, ci incoraggia ancora di più nello sperare che mercoledi gli Europei vengano assegnati ad altre candidature, senza dubbio meno prestigiose, ma sicuramente meglio presentabili di quella di un paese dove nemmeno uno scandalo enorme come quello di Calciopoli è riuscito a spazzar via le brutte e vecchie facce che da decenni governano, ma sarebbe meglio dire regnano visto che Petrucci,Abete e Matarrese sembrano avere delle cariche a vita più che elettive, indisturbate il mondo sportivo e soprattutto calcistico italiano in quel modo mafioso e corrotto che le intercettazioni continuano a mostrarci, ma che i grandi burattinai riescono sempre a evitare magistralmente riuscendo a mantenere immutato il lurido status quo italiano.

3 Comments:

Anonymous Jinzo said...

Non posso che condividere la tua analisi. Il calcio italiano necessita di darsi seriamente una bella ripulita.

J

www.italianlibertarians.splinder.com

8:24 PM

 
Anonymous jinzo said...

P.S. non riesco a loggarmi in blogspot.... Come mai?

8:25 PM

 
Blogger GeorgeWalker said...

scusa il ritardo Jinzo....non so non ci capisco niente di sto blogspot,è già tanto che riesco a postare.
ciao

4:33 PM

 

Posta un commento

<< Home