04 giugno 2007

Benvenuto Claudio!

We did it, at last. Claudio Ranieri è ufficialmente il nuovo allenatore della Juventus, con un contratto triennale. E' proprio il caso di dirlo, alla fine la Juve c'è l'ha fatta a delineare ed illustrare il proprio futuro dopo le dimissioni shock di Deschamps.
Sono stati giorni strani e confusi, e soprattutto inediti a noi tifosi della Juve, abituati a sapere le novità all'ultimo da una società che fino alla scorsa rovente ed infausta estate si era sempre mostrata rigida e impenetrabile alle orecchie e agli occhi dei media e dei tifosi.
La nuova dirigenza ha invece lasciato trapelare tutto quanto: trattative, litigi, rifiuti, pareri, in un uragano di dichiarazioni, smentite, rumors e indiscrezioni.
Ecco, queste sono lezioni che spero vengano imparate, basta parole al vento, è sufficente prendere delle decisioni ed andare in pubblico solo una volta che queste siano definitive, soprattutto perchè la Juventus non è solo una squadra di calcio, ma anche una società quotata in borsa, con tutto quello che questo comporta in termini di responsabilità aziendale.
La scelta di Claudio Ranieri è soddisfacente a mio parere per due principali e semplici motivi.
Il primo è che una scelta legata al passato della squadra sarebbe stata un'ammissione di sconfitta per la nuova dirigenza, che ha messo la faccia sul rinnovamento di immagine dopo i disastri della ormai decaduta Triade.
Secondo, perchè Ranieri sembra essere l'uomo giusto al posto giusto al momento giusto, perchè ha dimostrato di saper aggiustare le squadre in corsa anche nelle situazioni più difficili, perchè ha già esperienza internazionale unita alla capacità di reggere le pressioni che allenare un grande club comporta e infine perchè ha l'immagine e il carisma perfetto per la storia e lo stile della Juventus.
Sono a conoscenza che molti juventini nostalgici del passato e della Triade avrebbero preferito un ritorno al passato, meglio se con il buon Lippi, ma io non sono tra questi ed anzi sono dell'idea che fosse necessario dare un taglio netto e definitivo con tutti i passati recenti, a tutti i livelli di gestione, e per questo faccio i complimenti per la scelta alla nuova dirigenza.
Per questo do il benvenuto a Claudio Ranieri, sicuro della sua competenza e professionalità, augurandogli tutto il successo possibile alla guida della squadra che amo fin da bambino.
Buon lavoro Claudio! Forza Juve!