15 giugno 2007

L'estenuante odissea del Dal Molin

Non c'è pace per la realizzazione del progetto per la nuova base militare statunitense di Vicenza. Infatti ieri una nota dell'ambasciatore americano a Roma, Ronald Spogli, ha fatto sapere che "Gli Stati Uniti hanno ricevuto dall'attuale governo italiano il nulla osta scritto che autorizza il progetto per il Dal Molin, ora inizia la parte attuativa." Questa ultima notizia ha scatenato un nuovo putiferio all'interno dell'ala sinistra della maggioranza di governo e ha suriscaldato gli animi del movimento contro l'ampliamento della base che da mesi e mesi continua a minacciare azioni violente appena fuori dalla base, movimento sostenuto ovviamente da tutte le sigle politiche comuniste, verdi, noglobal eccetera eccetera.
La cosa assurda è che dopo la decisione del governo del marzo scorso sembrava definitivamente chiusa la questione, ma invece alla notizia che partirà effetivamente l'attuazione della base, i contrari continuano a battagliare e a opporsi, inoltre diversi membri al governo continuano a essere contrare e a mostrare sdegno per la decisione presa dal loro stesso governo, siamo all'assurdo come al solito.
Stupendo è il fatto che le polemiche più segnatamente politiche all'interno della maggioranza di centrosinistra vengano fuori ancora dopo che Prodi in prima persona ha confermato per due volte e per iscritto all'ambasciatore Spogli il via libera alla fase attuativa, oltre che a dare la conferma in prima persona direttamente al Presidente Bush.
Insomma, va bene che in Italia (vedi TAV, inceneritori, discariche, inceneritori, etc..) non bisogna mai dare nulla per fatto e per scontato fino a un secondo prima che accada, ma ci sembra davvero che stavolta abbiamo toccato un nuovo record del ridicolo, perchè a questo punto non capiamo più su cosa diavolo si fondi l'alleanza di governo tra il centrosinistra, visto che all'interno del governo tutti dicono si a Prodi mentre fuori sulla stampa e in tv diversi esponenti al governo si sbugiardano e dicono che non sono favorevoli e che continueranno a protestare, a protestare contro sè stessi quindi, visto che sono sia quelli che prendono effettivamente le decisioni sia quelli che le contestano e le combattono.
Ridicolo e patetico, speriamo solo che finisca tutto senza tragedie viste le premesse non molto rassicuranti da mesi fino all'altra notte, dove pochi imbecilli violenti si sentono autorizzati a commettere crimini e disastri protetti più o meno di nascosto da esponenti politici.
Intanto il Generale in carica alla base Ederle, Frank Helmick, ha reso noto il punto di vista americano e le reali funzioni del futuro Dal Molin dalle pagine online della rivista delle forze armate americane "Stars and Stripes", per chi volesse tenersi aggiornato sulle impressioni e le notizie direttamente dalla parte dei militari americani è una facile fonte di informazione.

15 Comments:

Anonymous simmaco said...

Che non sia il caso di farci sentire e manifestare il nostro sostegno all'America?

Simmaco
http://www.atlanticpeople.splinder.com

11:15 AM

 
Anonymous Anonimo said...

Scusate, non c'entra niente ma non sapevo dove postarlo. Voglio anzitutto fare i complimenti al blog, che condivido appieno. Non c'è valore più importante della Libertà, e senza gli Stati Uniti a quest'ora "1984" non sarebbe un bel romanzo ma una realtà in atto.
Detto questo, qualcuno mi consiglia un bel libro sulla politica di Reagan? Grazie
Tommaso

11:27 AM

 
Blogger GeorgeWalker said...

@ Simmaco

abbiamo già manifestato il nostro sostegno all'america,se ricordi i dipendenti della caserma Ederle hanno sfilato con le bandiere stelle e strisce sotto palazzo chigi a marzo e hanno fatto sentire la loro voce.
Qualunque altra iniziativa in quel senso sarà bene accetta

@ Tommaso

Caro Tommaso ti ringrazio per i complimenti,siamo d'accordo sul fatto che la libertà venga prima di tutto.

per un libro su Reagan non ti saprei indicare un titolo preciso, se puoi leggere in inglese su Amazon ci sono molti bei testi,anche delle biografie, sul link di seguito ci sono tutti quelli disponibili:

http://www.amazon.co.uk/s/ref=nb_ss_b/026-7637712-0391637?url=search-alias%3Dstripbooks&field-keywords=Reagan&Go.x=6&Go.y=9

in italiano c'è questo:

http://www.bol.it/libri/scheda/ea978884980993.html

un saluto.

12:28 PM

 
Anonymous simmaco said...

Ok però la prossima volta diffondete di + la voce se avete in programma manifestazioni pro-USA. Io ad esempio non ne sapevo niente se no sarei venuto di corsa con la mia bandierona! :-)

1:46 PM

 
Blogger GeorgeWalker said...

hai ragione,ma purtroppo non siamo milioni come i comunisti e gli antiamericani,si fa quello che si può:)
se ti interessa seguire la vicenda Dal Molin c'è il blog del comitato del si con tutte le notizie a riguardo:

http://sialdalmolin.megablog.it/

ciao!

3:02 PM

 
Anonymous Alessia - SI dal Molin said...

Grazie georgewalker & Co. per la pubblicita` al nostro blog e per il sostegno.

Purtroppo per avere un minimo di attenzione da parte della stampa bisogna distruggere qualche vetrina a colpi di estintore, senno` non ti filano.

Di manifestazioni al momento non ce ne sono in programma, anche perche` si e` scelta una linea morbida, diversamente da quelli per il NO, per non creare disagi e inimicarci la cittadinanza.

Buona giornata a tutti ;-)

11:20 AM

 
Blogger GeorgeWalker said...

Alessia ringrazio te per la gentile visita.
Sappiamo bene come sia difficile e anche pericoloso in Italia esprimere certe posizioni, soprattutto se le si vuole manifestare in modo civile ed educato come voi del comitato per il si.
a presto e in bocca al lupo per tutto!

5:21 PM

 
Anonymous simmaco said...

... e sappiate che se a mali estremi ci sarà bisogno della piazza i vicentini pro base possono contare su di noi!

http://www.atlanticpeople.splinder.com

9:40 AM

 
Anonymous Anonimo said...

Fate schifo !!!!
Le canaglie imperialiste USA ed i loro servi verranno spazzate via !!!
USA go home !!!
Antiamericano ed antioccidentale viscerale.

11:48 AM

 
Blogger GeorgeWalker said...

torna nella tua fogna,questa è proprietà privata,e qui quelli come te vengono semplicemente cestinati.

3:04 PM

 
Anonymous Anonimo said...

Per dovere di cronaca per i metal detectors della Ederle il 4 Luglio ,festa americana,sono passati all'incirca 10.000 vicentini.Questa e' l'ennesima prova che quelli del No ,contrariamente a quello che loro continuano a sostenene non rappresentano l'intera citta'di Vicenza che anzi si dimostra anche in questo modo favorevole alla Ederle2.

5:38 PM

 
Anonymous Simmaco said...

Ma il tizio "antioccidentale" non farebbe meglio ad andare in qualche paese che lo rappresenti al meglio? Tipo Cuba o Cina o meglio ancora Iran? Noi di sicuro non rimpiageremmo la sua dipartita e lui finalmente non sarebbe più circondato dai tanto odiati occidentali! Ah ovviamente non potrebbe più esprimere le sue opinioni come qui, ma essendo antioccidentale e quindi anche contro le libertà di pensiero e di parola non dovrebbe essere un problema!

P.S. Ma si può visitare la base americana di Vicenza? qualcuno sa come si fa? O era aperta solo il 4 luglio?
Simmaco

http://www.atlanticpeople.splinder.com

9:48 AM

 
Blogger GeorgeWalker said...

simmaco,lasciamo perdere,certa feccia non merita il nostro tempo.

visitare una base straniera non è cosi semplice,hai detto bene,il 4 luglio giorno dell'indipendenza è una data speciale e a Camp Ederle hanno sempre festeggiato con porte aperte per i cittadini vicentini,ma al di fuori di quella occasione penso che ci voglia una richiesta direttamente indirizzata al comandante di stanza alla base che può decidere se farti accedere in visita o meno.

in ogni caso se mi scrivi al mio indirizzo privato (bespoint@hotmail.com) ti posso fare avere informazioni più dirette.
ciao

10:31 AM

 
Blogger BB said...

Ciao,
sono Barbara e faccio parte del Comitato per il Sì del Dal Molin invito tutti nonchè il proprietario del Blog a firmare a favore della Base Americana Camp Ederle 2 di firmare a favore presso il sito www.sidalmolin.it

Ciao

3:30 PM

 
Anonymous greta said...

A chi si professa antiamericano, io da Americana voglio dire che il loro casino no-global del 4 luglio non mi ha impedito di andare a Vicenza e di sventolare la mia Stelle & Strisce con orgoglio. Il livore e l’ignoranza non mi tange. Bellissimo blog che non conoscevo. Grazie al “padrone di casa”. God bless our Troops.

12:13 PM

 

Posta un commento

<< Home