27 giugno 2007

Lutto WWE: ci ha lasciati Chris Benoit

Chris Benoit, uno dei lottatori più amati e più esperti dell'universo WWE è morto in circostanze tragiche nella sua abitazione di Fayetteville, Georgia, dove viveva da qualche tempo insieme alla moglie e al figlio più piccolo, Daniel, di soli sette anni.
Le circostanze della morte sono purtroppo drammatiche e danno spazio a pochi dubbi: stando alle prime ricostruzioni da parte di Tommy Pope, lo sceriffo della contea di Fayette, uno dei primi a presentarsi sul luogo del delitto, si tratta di un caso di duplice omicidio e suicidio.
Benoit avrebbe prima ucciso moglie e figlio, e poi qualche ora più tardi, si sarebbe tolto la vita. Il coroner ha ordinato l'autopsia sui corpi delle tre vittime del dramma famigliare ma qualcosa di più sicuro si saprà soltanto nel corso del prossimi giorni.
Benoit, che sarebbe dovuto comparire sabato, a in un house show di Raw, e domenica, nella pay per view "Vengeance, Nights of the Champions" per puntare al titolo mondiale Ecw in un fatal four way match, già da sabato aveva chiamato i dirigenti della WWE per avvertire di un'emergenza a casa, e che sarebbe rientrato solo a situazione risolta. Stando alle sue dichiarazioni suo figlio stava poco bene.
Qualche ora dopo Benoit avrebbe chiamato alcuni amici e in particolare Richard Hering, uno dei responsabili dello staff di pubbliche relazioni della WWE. Proprio Hering avrebbe chiesto alla polizia di Fayette, lunedì mattina, di sincerarsi delle condizioni di Benoit.
L'ingresso nella villa del wrestler è stato problematico: Benoit, grande appassionato di cani, aveva lasciato in libertà i suoi rottweiler nel giardino che circonda la villa. Dopo un paio d'ore di tentativi la polizia è entrata e tutta l'area è stata cintata come "crime scene".
Non appena appreso quanto era accaduto, Vince McMahon in persona, cancellando di fatto anche la bizzarra vicenda della sua presunta morte, ha invitato il pubblico presente all'edizione di Monday Night Raw a tornarsene a casa: niente live. Solo uno show privato, a porte chiuse, di commemorazione con i wrestler in lacrime. Benoit, che nel backstage veniva affettuosamente definito "the Senator", il senatore, era molto amato e considerato tra i suoi colleghi.
Come appassionato di wrestling sono, credo come tutti voi appassionati, sconvolto da questa vicenda.
Avevo intervistato Benoit non molto tempo fa e avevo avuto con lui uno scambio i e-mail non più di dieci giorni fa. L'intervista l'avete vista su queste stesse pagine on-line fino a domenica. Sicuramente c'è qualcosa da dire, e sicuramente c'è qualcosa che posso scrivere. Ma ora ho solo voglia di starmene qui, tranquillo, a guardare le sue foto e i suoi video e preparare una trasmissione dedicata a lui, se mi riesce.
Vi prego di perdonarmi ma non sempre le parole vengono quando dovrebbero.

Stefano Benzi

1 Comments:

Anonymous Anonimo said...

IL CANADESE CI LASCIA IMPROVVSAMENTE,FACENDO ABBANDONARE AL WRESTLING MOLTA GENTE. pj 93

8:56 PM

 

Posta un commento

<< Home