28 agosto 2007

Non si può morire cosi

Non ce l'ha fatta il 22enne terzino sinistro del Siviglia Antonio Puerta, deceduto nel primo pomeriggio all'Ospedale dov'era ricoverato da sabato scorso dopo una serie di arresti cardiocircolatori.

Se nè andato Antonio Puerta. La sua agonia è durata poco meno di tre giorni. Una serie di attacchi cardiocircolatori hanno interrotto una carriera che si era da pochissimo affacciata nel calcio che conta.

Il cuore del giovane difensore non ha retto e Puerta è volato in cielo lasciando un vuoto in tutto il mondo del pallone. Un pallone che amava e che aveva conosciuto fin da giovanissimo nella sua Siviglia, unica squadra di cui ha vestito la maglia nella sua, purtroppo, brevissima carriera da professionista.

Restano poco chiare le cause che hanno strappato la vita a un ragazzo di soli 22 anni la cui unica preoccupazione era sempre stata quella di giocare a calcio. Si era accasciato al suolo, Puerta, nel match con cui, lui ancora non ne era a conoscenza, avrebbe salutato quel mondo che tanto amava. La paura, poi il sollievo perché il terzino sinistro del Siviglia aveva abbandonato il campo con le sue gambe salvo subire altri, fortissimi, attacchi al cuore negli spogliatoi.

Il ricovero all'ospedale Virgen del Rocio, le speranze, quindi la tristissima notizia. La fine della corsa, la fine di tutto. Antonio Puerta se n'è andato e, mentre tutti si chiedono il perché ipotizzando chissà quali cause per la sua incredibile scomparsa, il nostro desiderio è quello di ricordarlo come un ragazzo che voleva giocare a pallone. E basta.


UPDATE: Bravo Milan! L'unica società di calcio all'altezza di queste competizioni che ha confermato di essere preparata anche a situazioni tragicamente anomale come la finale di Supercoppa Europea di ieri sera a Montecarlo.

09 agosto 2007

Ma al Corriere i bambini nascono ancora sotto le foglie di cavolo?

La domanda sorge spontanea dopo aver letto questo.
Ma perchè secondo loro tutta la droga che c'è in Europa come ci arriva da Oltreoceano, con un volo di linea in business class??? Non bisogna essere appassonati incalliti del mitico Il Padrino per non scrivere certe ovvietà.
Vabbè che siamo ad Agosto, son tutti in ferie e non c'è una mazza da scrivere, ma si contenga, cribbio!